Corsa a due in Usa

155

Dopo il simpatico episodio che ha visto protagonisti la cancelliera tedesca Angela Merkel e il suo ministro dell’interno Horst Seehofer, che hanno evitato la stretta di mano per le note ragioni sanitarie, la scena si è ripetuta con meno fair play in Turingia, dove il governatore di sinistra Bodo Ramelow ha accettato lo strappo alla regola da parte dei componenti del parlamentino regionale accorsi a congratularsi meno uno: il leader dell’ultradestra Bjoern Hoecke che gli aveva conteso l’elezione nei due precedenti scrutini. Cade il governo in Ucraina, dove si è dimesso il primo ministro Oleksiy Honcharuk, rimpiazzato dal presidente Volodymyr Selensky con Denis Shmygal che era vice premier e adesso viene sottoposto all’approvazione del consiglio supremo (Verkhovna Rada). Nella corsa alla presidenza degli Stati Uniti il miliardario Michael Bloomberg si ritira dalle primarie democratiche e appoggia Joe Biden, vincitore del confronto con Bernie Sanders: entrambi accreditati per il successo.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: seduta del parlamento ucraino