Tre anni dopo

54

Pescara del Tronto ricorda le sue vittime e alle 3,36, l’ora della prima scossa di quel tremendo 24 agosto di tre anni fa, le commemora attraverso le parole del vescovo Giovanni D’Ercole e i rintocchi di campana a ogni citazione di nomi e cognomi. Partecipano tra gli altri alla cerimonia il sottosegretario Vittorio Crimi, il sindaco di Arquata Aleandro Petrucci e il sindaco di Pescara Marco Fioravanti. A Foligno l’anniversario del terremoto spinge il presidente della regione umbra Fabio Paparelli a chiedere al governo che verrà di inserire la ricostruzione tra i principali punti programmatici. Stessi discorsi ad Ancona, dove Luca Ceriscioli, presidente della regione Marche, affida a facebook parole di impegno e speranza. Una fiaccolata tiene vivo il ricordo ad Amatrice entrando per la prima volta nella zona rossa. Intanto nella capitale fervono le iniziative  politiche per uscire dalla crisi e sciogliere il dilemma tra un nuovo esecutivo o nuove elezioni.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: una immagine di Amatrice prima del terremoto