Vecchi ricordi

806

Re Juan Carlos, non più coperto dalla immunità, non sarà tuttavia indagato perché il parlamento spagnolo respinge la richiesta di Podemos volta a creare una commissione sui sospetti di riciclaggio adombrati a Ginevra. L’ottantaduenne sovrano emerito avrebbe ricevuto ottantotto milioni di euro dal re saudita Abdullah e ne avrebbe donati sessantacinque alla sua amante Corinna zu Sayn-Wittgenstein; ma tutto ciò sembra ormai solo un ricordo. Valentina Tereshkova, la prima donna nello spazio che all’età di ottantantatre anni è deputata nella Duma, spiana la strada ad altri due mandati per il sessantasettenne Vladimir Putin presentando un apposito emendamento. La proposta è approvata a stragrande maggioranza dopo aver sentito il diretto interessato che la condivide subordinandola al consenso della corte costituzionale e di tutti i cittadini. Caustico il commento del dissidente Aleksej Navalnyi: a me la costituzione dà il diritto di candidarmi ma non posso, Putin invece non potrebbe ma potrà.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Vladimir Putin alla Duma