Il nuovo celeste impero

46

Pechino festeggia i settanta anni della repubblica popolare con una parata militare che comprende per la prima volta i missili intercontinentali mobili in grado di raggiungere gli Stati Uniti in meno di un’ora. Il presidente a vita Xi Jinping proclama in piazza Tienammen che nessuna forza può scuotere la Cina o fermare il popolo e la nazione dal marciare in avanti. Ma a Hong Kong, dove cresce con vigore la protesta e la strenua rivendicazione delle libertà democratiche, vengono raddoppiate le forze antirivolta e di sicurezza interna portando le truppe a diecimila e più unità. Nel Regno Unito che aveva colonizzato la regione si vivono ore tormentate per la questione della Brexit con il governo che mantiene ferma la data del 31 ottobre; il parlamento, tornato a riunirsi per via giurisdizionale, stenta a trovare i numeri per rovesciare Boris Johnson: le opposizioni rinviano la presentazione della mozione di sfiducia e la leader dei conservatori dissenzienti Anna Soubry guadagna altro tempo.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Xi Jinping saluta la folla