DAVID DI DONATELLO

1398
Assegnate le statuette: premio alla carriera a Roberto Benigni, ma vince Paolo Virzì (nella foto con Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti).

Gli Oscar italiani più importanti sono stati assegnati a Paolo Virzì, regista della Pazza gioia, a cui è andato il riconoscimento per il miglior film e quello per la migliore regia. Insieme con lui sono stati premiati Valeria Bruni Tedeschi (miglior attrice protagonista) e Tonino Zera (miglior scenografo). Per il film Indivisibili hanno vinto: Antonia Truppo (attrice non protagonista), Guaglianone, Petronio, De Angelis (sceneggiatura originale), De Razza e Verga (miglior produttore), Enzo Avitabile (miglior musicista). Gli altri vincitori sono stati: Stefano Accorsi (miglior attore in Veloce come il vento); Valerio Mastrandrea (attore non protagonista in Fiore), Marco Danieli (regista esordiente con La ragazza del mondo), Crazy for football (miglior documentario di Volfango De Biasi). Premio alla carriera a Roberto Benigni, per il quale gli artisti devono fabbricare sogni e dare la felicità.

N°198 martedì 28 marzo 2017