UN OMAGGIO AI BORBONI

1366
Rinasce a Pietrarsa (Napoli) il museo ferroviario, che sarà inaugurato domani dal presidente della repubblica. (Foto di Riccardo Siano)

A Pietrarsa, alle porte di Napoli e ai piedi del Vesuvio, il presidente Mattarella inaugurerà domani il restaurato museo ferroviario. Sarà una sorta di rivincita storica a tutto favore dei Borboni, che il 3 ottobre 1839 aprirono la prima linea ferroviaria italiana: la Napoli-Portici. La nostra storia industriale comincia da lì: dopo dieci anni dall’evento, fu istituito il reale opificio siderurgico e pirotecnico. Dopo l’unificazione, a Pietrarsa si stabilisce la più grande officina di riparazione delle locomotive. Finito il tempo del ferro e del carbone, i trasporti ferroviari andarono via via modificandosi fino alle attuali linee elettrificate ad alta velocità. Ma quella rimane una stagione di alta creatività dell’ingegneria e della manodopera italiana, di cui si torna a rendere degnamente testimonianza attraverso un museo che dopo anni tormentati rinasce come coronamento di un vecchio sogno.

N°200 giovedì 30 marzo 2017