Ambizioni marziane

63

La cometa Neowise, scoperta a marzo e visibile a occhio nudo da giugno, può essere osservata meglio avendo appena raggiunto la distanza minima dal nostro pianeta che manterrà fino a metà agosto, grosso modo in coincidenza con le stelle cadenti di san Lorenzo. L’astrofisico ceccanese Gianluca Masi, che ha commentato la diretta streaming organizzata dal Virtual Telescope, consiglia di volgere lo sguardo in alto soprattutto la sera, quando potrà godersi lo spettacolo per l’effetto combinato dell’allontanamento dell’oggetto dalla nostra stella e del moto orbitale della terra. A movimentare il traffico all’interno del sistema solare interviene la sonda Tianwen, ovvero ricerca della verità celeste, partita dalla base di Wenchang sull’isola di Hainan con l’obiettivo di diventare il primo veicolo cinese a entrare nell’orbita marziana. Stessa destinazione per la sonda Hope lanciata giorni addietro dagli Emirati arabi uniti e per il nuovo rover Perseverance che la Nasa invierà tra una settimana.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Gianluca Masi