Aria di Mosca a Parigi

464
La cattedrale ortodossa inaugurata a Parigi a poca distanza dalla torre Eiffel

Nell’anno che doveva essere dell’amicizia franco-russa e proprio nei momenti in cui è in atto una crisi diplomatica tra i due paesi, un segnale distensivo viene dalla inaugurazione a Parigi della nuova cattedrale ortodossa che sembra stia molto a cuore a Vladimir Putin, tanto che l’ex ministro Frederic Mitterrand la aveva scherzosamente ribattezzata Saint-Vladimir-sur-Seine. La cerimonia si è svolta in tono minore, con la semplice partecipazione del ministro russo della cultura e dell’ambasciatore russo in Francia. A fine settimana verrà inaugurata una mostra dei capolavori dei musei Ermitage e Puskin nella sede della fondazione Vuitton: segno che l’interesse culturale persiste nonostante i fattori contingenti ed è sempre un punto centrale per l’avvicinamento tra i popoli. La struttura della chiesa, che sorge sul terreno della vecchia sede di Meteo France vicino alla torre Eiffel, presenta bulbi dorati che raggiungono una altezza di trentasette metri. Quattro anni fa l’ex sindaco della capitale d’oltralpe Bertrand  Delanoe aveva criticato il carattere ostentatorio del progetto, ma ora che l’opera è compiuta l’inaugurazione del centro spirituale e culturale ortodosso cade propizia nella prospettiva di una distensione internazionale che rientra sempre negli auspici e nelle migliori speranze.

 

N° 43 venerdì 21 ottobre 2016