Colpi di parole

85

Charles Michel, a conclusione del consiglio straordinario europeo da lui presieduto, ammette l’insuccesso: nelle ultime settimane abbiamo lavorato molto intensamente allo scopo di raggiungere un accordo sul bilancio; purtroppo abbiamo osservato che non era possibile e che c’è bisogno di più tempo. Un altro bilancio è quello sul virus cinese stilato dalla statunitense Johns Hopkins University, che a livello mondiale consente di collocare intorno al tre per cento i duemila e trecento casi letali. La missione di assistenza delle Nazioni Unite in Afganistan (Unama) comunica le conseguenze del conflitto che nel sesto anno consecutivo ha provocato la morte di oltre tremila civili e il ferimento di quasi settemila. Un’altra guerra si combatte a colpi di parole sul nostro fronte interno: il capo politico di cinquestelle Vito Crimi denuncia che in una situazione difficile fanno male al paese le sparate di Matteo Renzi, il quale sollecita un incontro con Giuseppe Conte per porre fine al teatrino.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Vito Crimi