INCUBO OLANDA PER L’UCRAINA

652

Si firma oggi l’accordo commerciale tra l’Unione europea e il Canada e torna l’angoscia a Bruxelles per la possibile opposizione dell’Olanda all’adesione della Ucraina. Il primo ministro del paese dei tulipani, Mark Rutte (nella foto), ha lanciato un accorato appello a favore di Kiev, che in caso di esclusione conoscerà una nuova fase di instabilità, mentre l’Europa dovrà fare i conti ancora una volta con le proprie divisioni. Invece dovrebbe mostrarsi unita di fronte alla Russia, la cui politica estera «crea instabilità nelle frontiere dell’Europa, così come in Crimea e in Siria, dove cittadini innocenti sono intrappolati ad Aleppo». I tempi stringono, in quanto la camera dei deputati ha fissato il termine del primo novembre perché il governo prenda una decisione. Senza l’unanimità salterebbe il trattato con l’Ucraina e questo, secondo il presidente della commissione Jean-Claude Juncker, sarebbe una catastrofe.

N° 52 domenica 30 ottobre 2016