MORBILLO LETALE

462
Nonostante l’incremento delle vaccinazioni (nella foto una immagine dal Benin) la terribile malattia uccide fino a quattrocento bambini al giorno.

In un rapporto pubblicato da quattro organizzazioni internazionali vengono denunciate le carenze di progressi nella lotta contro il morbillo. L’organizzazione mondiale della sanità, l’Unicef, i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie e l’alleanza globale per il vaccino e l’immunizzazione, sulla base di dati riferiti al 2015 ma resi noti ieri, denunciano che sono rimasti uccisi 134.000 bambini sotto i cinque anni, a una media che arriva a quattrocento al giorno. Questa malattia, molto contagiosa, rimane una delle principali cause di morte infantile, dopo le infezioni respiratorie, le malattie diarroiche, la malaria e la meningoencefalite. E ciò avviene nonostante un notevole incremento delle vaccinazioni, che negli ultimi quindici anni ha raggiunto il 79 per cento, a un costo vicino a zero, secondo le stime di Kamel Senouci, epidemiologo e specialista di politiche della vaccinazione presso l’Oms.

N°64  venerdì 11 novembre 2016