Nuovi governi

28

Rinviate a data da destinarsi le elezioni presidenziali che si sarebbero dovute tenere in Polonia domenica prossima, essendo stato scartato il voto per corrispondenza al fine di scongiurare il rischio di brogli: l’annuncio proviene dal leader del partito al potere Jaroslaw Kaczinski e dal suo alleato Jaroslaw Gowin. Dopo una lunga crisi che ha richiesto tre ricorsi al corpo elettorale senza ottenere la possibilità di maggioranze autonome si perviene a una soluzione in Israele, dove la corte suprema, nel respingere un ricorso di segno contrario, ha approvato l’accordo tra il primo ministro in carica Benjamin Netanyahu e il leader centrista Benny Gantz, che si alterneranno alla guida dell’esecutivo; la data del giuramento è fissata per il 13 maggio. Anche in Iraq, dopo cinque mesi di stallo, debutta il nuovo governo di Mustafa al-Kazimi, che in nottata ha ottenuto la fiducia del parlamento: restano però da assegnare i fondamentali dicasteri per il settore petrolifero e gli affari esteri.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Benny Gantz