Si vota anche per i rappresentanti del popolo

470
La sede del congresso degli Stati Uniti, che si compone della camera dei rappresentanti e del senato

Si saprà nella notte il nome di chi il 20 gennaio si insedierà alla presidenza degli Stati Uniti. Ma si saprà anche quale sarà la composizione della camera dei rappresentanti e del senato. Attualmente in entrambi i rami del parlamento la maggioranza è repubblicana, mentre il presidente Obama è espressione del partito democratico. La scelta del capo dello stato è indipendente da quella dei deputati e senatori, anche se gli orientamenti politici generali esercitano una influenza nelle propensioni dell’elettorato. Per un presidente avere un congresso ostile può essere un problema, ma nel complesso la democrazia ci guadagna quando si rispetta il principio della divisione dei poteri, che può considerarsi universalmente accolto pur nelle diverse forme di applicazione.

N° 62 mercoledì 9 novembre 2016