STABILITA’ IN UZBEKISTAN

1350
Secondo le previsioni, Shavkat Mirziyoyev (nella foto) è stato eletto presidente della repubblica con larga partecipazione popolare al voto.

Nessuna sorpresa nell’Uzbekistan, dove Shavkat Mirziyoyev è stato eletto presidente nelle elezioni che hanno registrato un’affluenza che ha sfiorato il novanta per cento. Succede a Islam Karimov, morto nei mesi scorsi, con il quale per oltre un decennio ha condiviso gli impegni istituzionali in qualità di primo ministro. Il passaggio avviene nel segno della continuità: confermati in particolare gli ottimi rapporti con la Russia, dove lavorano due milioni di suoi connazionali. Un riscontro viene direttamente da Mosca: Leonid Slutsky, a nome del comitato per gli affari internazionali presso la duma di stato della Federazione, si è detto sicuro che le relazioni bilaterali resteranno immutate e che L’Uzbekistan continuerà a seguire il solito approccio sia per la politica interna che per quella estera. Mirziyoyev ha comunque annunciato riforme  economiche e un vasto piano di privatizzazione.

N°89  martedì 6 dicembre 2016