Torna la pace in Colombia

386
Juan Manuel Santos, presidente della Repubblica di Colombia

Storico accordo tra il presidente colombiano Juan Manuel Santos e Rodrigo Lodrono, detto Timochenko, comandante delle forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc). Alla sottoscrizione hanno presenziato l’alto rappresentante Ue Federica Mogherini e il segretario dell’Onu Ban-Ki-Moon, 15 presidenti e 27 ministri degli esteri. Alla vigilia l’Unione europea aveva tolto le Farc dalla lista nera delle organizzazioni terroristiche. «Oggi abbiamo motivi di speranza, c’è una guerra in meno sul pianeta», ha dichiarato Santos riferendosi all’accordo che pone fine ad oltre cinquanta anni di un conflitto che ha mietuto duecentosessantamila vittime e ha disperso milioni di sfollati. Viene sottolineato che si giunge così all’approdo di un percorso che ha portato sul terreno della pace quello stesso Santos che meno di un decennio fa, in qualità di ministro della difesa, aveva fatto bombardare un accampamento delle Farc in Ecuador che ne era stato tenuto all’oscuro. Adesso si aprono nuove prospettive nell’area con favorevoli ripercussioni nei rapporti esterni anche con l’Unione europea.

N° 19 martedi 27 settembre 2016