Un nuovo premier

18

Nasce in Giappone il nuovo governo con il giuramento nel corso di una suggestiva cerimonia del primo ministro Yoshihide Suga: è il novantanovesimo della storia e subentra a Shinzo Abe che si è dimesso per ragioni di salute dopo avere raggiunto il record di durata nell’incarico. L’anno scorso era salito al trono Naruhito in seguito alla abdicazione del padre Akihito che non se la sentiva di sostenere il ruolo di unico imperatore nel pianeta, il centoventesimo nel suo paese. Naruhito ha inaugurato l’era Reiwa, che significa armonia e fortuna, valori essenziali che si spera possano finalmente prevalere sul flagello pandemico che non risparmia le regioni del sol levante. Si alternano previsioni ottimistiche ed altre di segno opposto, come quelle manifestate dall’inviato speciale dell’Oms David Nabarro in una seduta della commissione per gli affari esteri del Regno Unito: quanto sta accadendo è molto peggio di qualsiasi fantascienza; non siamo nel mezzo della crisi, siamo ancora all’inizio.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: il giuramento di Yoshihide Suga