Viva gli sposi

57

La Tunisia riconosce a suo modo le nozze tra due uomini; la notizia viene salutata con soddisfazione dall’associazione Sharms che si batte per la depenalizzazione dei rapporti non convenzionali: si tratta di una prima assoluta nel mondo arabo; il contratto di matrimonio tra un cittadino francese e un tunisino, sottoscritto in Francia, è stato riconosciuto in Tunisia e annotato nell’atto di nascita dell’anagrafe; il fatto va nella giusta direzione di stabilire i principi di libero arbitrio, uguaglianza e non discriminazione. Lui ha ventisei anni, l’altro ne ha appena compiuti trentuno e ha ottenuto nel suo paese europeo il visto per ricongiungimento familiare. Cade oggi il centesimo anniversario della nuova tutela coloniale attuata con la spartizione del Medio Oriente tra Francia e Gran Bretagna e formalizzata nella città di Sanremo scelta non solo per la sua vicinanza al principato di Monaco distante una quarantina di chilometri, ma anche per la qualità delle sue strutture alberghiere.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: allegoria iconica