ADDIO A SHIMON PERES

612
Il suoi funerali solenni si sono svolti con la partecipazione dei massimi esponenti politici di tutto il mondo (nella foto Barack Obama)

Il risultato politico di una vita spesa per la pace in una delle aree più tormentate del pianeta Shimon Peres (per questo insignito del premio Nobel) l’ha ottenuto nel giorno del suo funerale, quando una stretta di mano tra il primo ministro Benjamin Netanyahu e il presidente palestinese Abu Mazen ha suggellato un comune percorso sulla via della migliore convivenza tra le rispettive popolazioni. Eppure non sono mancati gli accenni ai molti punti critici che resistono alle intenzioni e che bisognerà superare. Il presidente Usa Barack Obama, presente alla cerimonia, cui ha partecipato anche il nostro premier Matteo Renzi, ha reso omaggio a Peres che ha forgiato la storia di Israele e ha mostrato che il cuore dell’ideale sionista sono giustizia e speranza; ma si è affrettato a precisare che Israele ha vinto tutte le guerre meno quella, la più importante, di non aver più bisogno di vincere

N° 23 Sabato 1 ottobre 2016