AVANZANO I FILORUSSI

869
I ballottaggi presidenziali in Bulgaria e Moldavia hanno premiato i candidati favorevoli alla Russia e critici nei confronti dell’unione europea.

Rumen Radev in Bulgaria e Igor Dodon in Moldavia vincono il ballottaggio e salgono alla presidenza dei rispettivi paesi. Il filorusso Radev ha battuto la candidata del partito di governo di centrodestra Tstska Tsacheva; Dodon, socialista e anche lui filorusso, ha prevalso con il 55 per cento dei voti su Maia Sandu, europeista sostenuta dal partito popolare. Lo spostamento verso est di paesi di recente acquisizione all’area occidentale sconta le conseguenze economiche della politica europea di chiusura commerciale con la Russia. In questo paese il presidente moldavo ha annunciato di voler compiere la sua prima visita ufficiale e ha manifestato l’intenzione di revocare la parte economica dell’accordo di associazione con la Ue, mentre il suo omologo bulgaro ha dichiarato di voler lavorare con Donald Trump per cercare un dialogo più ampio con il presidente russo Vladimir Putin.

N°68  martedì 15 novembre 2016