CONFERITO L’INCARICO

1292
Il presidente della repubblica ha incaricato di formare il nuovo governo l’attuale ministro degli esteri Paolo Gentiloni (nella foto al Quirinale).

L’attuale crisi di governo si annuncia come una delle più brevi della storia repubblicana. Il capo dello stato ha conferito l’incarico a Paolo Gentiloni, che ieri ha accettato con riserva e stamane potrebbe scioglierla presentando la lista dei ministri. A questo punto basterà il giuramento per costituire a tutti gli effetti il nuovo governo, che dovrà presentarsi alle camere per la fiducia. Anche qui si prevedono tempi da record e la data conclusiva sarebbe quella di mercoledì 14 dicembre, in modo che l’indomani, giovedì 15 dicembre, si possa partecipare ion condizioni ottimali al consiglio europeo. Se le cose dovessero andare così, e tutto fa pensare che non vi saranno ostacoli, si avrebbe nei fatti una ulteriore smentita dei timori che la costituzione vigente grazie al responso inequivocabile del corpo elettorale possa rallentare il processo decisionale e sotto questo aspetto la modernizzazione dell’intero paese.

N°95  lunedì 12 dicembre 2016