Il ministro deputato

117

Confermata a Bratislava la vittoria del movimento anticorruzione «Gente ordinaria e personalità indipendenti» (Olano) di Igor Matovic, che si prevede possa formare un governo di coalizione a tre chiamando a parteciparvi «Siamo famiglia, libertà e solidarietà» (Sas) dell’economista Richard Sulik e «Per la gente» dell’ex presidente Andrej Kiska. L’affluenza alle urne è stata del 65,82 per cento, mentre solo il 17,66 ha votato a Roma nelle elezioni suppletive che manderanno a Montecitorio con alto margine l’attuale ministro dell’economia Roberto Gualtieri. Entusiasmo nelle file democratiche; Antonio Misiani annuncia dati molto positivi e Nicola Zingaretti si spinge più in là: l’alleanza funziona, da un po’ si è tornati a vincere e non finisce qui. Se da una parte si è scongiurata l’anomalia dell’attribuzione di un seggio a una formazione politica diversa da quella che lo aveva conquistato, la semplice possibilità che si verificasse denuncia una falla superabile con la nuova legge elettorale.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Roberto Gualtieri