La squadra

42

A cento giorni dalle elezioni presidenziali Donald Trump, in evidente caduta di popolarità, cerca di risalire nei sondaggi, che mostrano un distacco intorno ai dieci punti dal candidato democratico Joe Biden. Si confida con Dave Portnoy, il fondatore di Barstool Sports, e ammette l’uso compulsivo di twitter; ma tiene ad aggiungere di essere preoccupato non tanto dei propri cinguettii, di cui afferma di pentirsi spesso, quanto delle ribattute di alcuni sostenitori tra gli ottanta e più milioni di follower. Uno che ne ha una trentina è Kanye West, il rupper sposato a Kim Kardashian che si è affrettata a ritwittare il post in cui il marito nel giorno della indipendenza dichiarava la propria intenzione di lanciarsi da solo nella corsa alla Casa Bianca. In crisi di consensi si trova pure Emmanuel Macron, che però dispone ancora di un paio d’anni: si gioca la carta del rimpasto di governo completando la squadra di Jean Castex con la nomina di undici sottosegretari tra cui sei nuovi arrivati.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Dave Portnoy