CRONACHE MARZIANE

1414
Nella zona di Old Soaker del pianeta rosso, situata nella parte del monte Sharp, la sonda Curiosity (nella foto) ha individuato possibili tracce di vita.

La sonda Curiosity sta effettuando su Marte delle rilevazioni che vengono studiate dagli scienziati della Nasa. Nella zona di Old Soaker, che si trova nella parte bassa del monte Sharp, sono state notate creste superficiali sulle lastre di roccia. Questo potrebbe indicare un processo di essiccazione del fango; da noi è frequente il caso di un terreno fangoso che dopo l’essiccazione si rompe causando la formazione di crepe. Se nel pianeta rosso accadesse la stessa cosa, si dovrebbe ammettere che anche lì esiste un clima secco dopo un periodo di umidità. La ricerca di Curiosity ha riguardato il materiale riempitivo dello spazio tra le fratture: se queste sono superficiali, gli interstizi sono riempiti da sabbia o polveri trasportate dal vento; se invece sono sotterranee, flussi di acqua calda trasportano minerali quali il solfato di calcio. A Old Soaker sono state rilevate tracce di entrambi i tipi di riempimento.

N°134 lunedì 23 gennaio 2017