MILANO SCEGLIE PRADA

1634
La fondazione omonima ha vinto il bando per uno spazio in galleria, realizzando l’osservatorio dedicato alle arti visive (nella foto).

Dopo la sede di via Isarco, la fondazione Prada apre un nuovo spazio nella galleria Vittorio Emanuele. Si chiama osservatorio ed è al quarto e quinto piano sovrastante il negozio uomo: da lì, attraverso le nuove vetrate, si può ammirare la cupola in vetro e ferro che sormonta l’ottagono, punto focalico della galleria. L’osservatorio sarà dedicato alle arti visive e specialmente alla fotografia contemporanea. Si comincia con una mostra aperta ieri, che durerà fino al 12 marzo, intitolata Give me yesterday e dedicata alle opere di quattordici artisti internazionali nati tra il 1975 e il 1994. «Non volevamo una dependance della fondazione», chiarisce Miuccia Prada che ha vinto il bando comunale per l’assegnazione, «ma qualcosa di educativo per i giovani». Ed ecco la conclusione: si realizza un osservatorio sul mondo dei giovani che si fotografano non per sé ma per rimettere le immagini in circolo.

N°105 giovedì 22 dicembre 2016