Ministro in cattedra

35

A due mesi dalle elezioni presidenziali, che però sono già cominciate con l’acquisizione delle schede inviate per posta, Donald Trump ha già deciso di uscire dalla Organizzazione mondiale della sanità accusata di avere insabbiato la ipotesi di coinvolgimento cinese nella pandemia. Un portavoce della Casa Bianca ribadisce la volontà di non partecipare agli sforzi globali sul vaccino: gli Stati Uniti continueranno a coinvolgere i loro partner internazionali per sconfiggere il virus, ma non saremo vincolati da organizzazioni multilaterali influenzate dalla corrotta Oms e dalla Cina. In Europa fa sempre discutere la contestata sesta elezione di Alexandr Lukashenko; il ministro degli esteri russo Serghiei Lavrov affronta l’argomento nel corso di una lezione per gli studenti dell’istituto statale di relazioni internazionali di Mosca: il popolo bielorusso può risolvere questo problema da solo; sono inaccettabili nel mondo moderno i tentativi dei nostri partner occidentali di imporre sanzioni.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Serghiei Lavrov