Si scopron le tombe

95

Tempesta e vento non fanno solo danni, ma talvolta aiutano l’archeologia: letteralmente scoperta, proprio grazie al maltempo, un’antica tomba romana a Porto Cesareo, sul bagnasciuga di fronte a Torre Chianca nel Salento. Si ipotizzava in quell’area l’esistenza di una necropoli, ma per portare alla luce un sarcofago, un teschio e altri reperti ossei ci sono volute le turbolenze atmosferiche e anche le segnalazioni di alcuni surfisti che hanno portato all’insolito rinvenimento. Ma la natura non fa sconti quando è trascurata: mentre infuriano le polemiche sulle responsabilità nella inadeguata difesa della laguna veneziana, si avvertono le conseguenze di una perturbazione atlantica ed è allerta rossa in Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna. Clima agitato, ma per altri motivi, a Parigi e in diverse città francesi, tra cui Tolosa, Nantes e Bordeaux, nel primo anniversario dei gilet gialli, a cui risulta del tutto estraneo Luigi Di Maio nel frattempo divenuto ministro degli esteri.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Torre Chianca