VALANGA SULL’ALBERGO.

1433
L’hotel Rigopiano, nel comune di Farindola in provincia di Teramo, è stato sepolto da una gigantesca slavina proveniente dal Gran Sasso.

Una valanga di eccezionale portata si è abbattuta su una struttura alberghiera costruita ad una altitudine di milleduecento metri su un preesistente rifugio di montagna. Si tratta dell’hotel Rigopiano, che è stato travolto dalla neve e dai detriti, mentre sono rimaste imprigionate all’interno le persone che si cerca disperatamente di salvare. La macchina dei soccorsi è partita, ma con un ritardo sul quale sta indagando la procura della repubblica per accertare i fatti e individuare le responsabilità. I geologi hanno spiegato che la colata dei detriti è stata innescata dal sisma, ma il fenomeno è comunque raro perché di solito i boschi resistono. Adesso si fa la conta dei dispersi, ma è appurato che gli ospiti dell’albergo erano in attesa dello spazzaneve e con i bagagli pronti aspettavano solo di poter partire. Non hanno fatto in tempo e intanto, mentre interviene la protezione civile, continua a nevicare.

N°131 venerdì 20 gennaio 2017